Home Società I nuovi poveri di Milano

I nuovi poveri di Milano

News Milano – Nella periferia est della città di Milano l’Associazione Pane Quotidiano mette a disposizione pacchi alimentari per i più bisognosi. La situazione economica di molte persone in Lombardia, come di altre regioni, si è difatti inasprita negli ultimi tempi. Da imputare sarebbe sicuramente la pandemia da Covid-19, colpevole di aver messo a dura prova le finanze di buona parte delle famiglie italiane.

Tra attività costrette alla chiusura per lunghi periodi di tempo, misure restrittive di vario tipo e affluenza controllata del numero di persone, sono sempre di più le famiglie che stentano ad arrivare alla fine del mese e che si privano di tutto, anche se non sempre questo basta. Per alcuni, un pacco pieno di alimenti può aiutare a stare un po’ meglio, per altri può fare la differenza tra mangiare e digiunare.

Milano: tante le famiglie in ristrettezze economiche

Il tasso di povertà assoluta in Italia, in cui rientrano tutte quelle persone e quelle famiglie che stentano persino a procurarsi da mangiare, si mantiene stabile al 7,5% (dati raccolti nel 2021). Per dirlo in un altro modo, le famiglie in condizioni di povertà assoluta in Italia sono quasi due milioni.

I nuovi poveri sono sempre di più, senza distinzione da regione a regione. La povertà assoluta, infatti, si è abbattuta anche sulla regione Lombardia, da sempre una delle zone più ricche della penisola italica, eppure non esente dalle situazioni di povertà assoluta. I poveri a Milano sono molti e i numeri sembrano non voler cessare di aumentare.

poveri-milano

Fondazione Cariplo Milano: un aiuto per le famiglie

La filantropica Fondazione Cariplo, da sempre impegnata nel sociale, forniva il suo sostegno a 25 mila persone fino a non molto tempo fa. Ora, sicuramente anche a causa dei danni economici che si sono abbattuti su molte famiglie italiane durante la pandemia, sono ben 50 mila le persone che si rivolgono alla Fondazione Cariplo per ricevere assistenza, supporto e sussidi.

Giovanni Fosti, presidente della Fondazione di beneficenza del milanese, afferma con risolutezza che la situazione necessita di essere risolta: non basta limitare i danni, è necessario andare fino in fondo al problema per sradicare la piaga sociale che è la povertà assoluta nel milanese.

Durante la pandemia, l’associazione ha investito di più su un progetto già in atto dal 2017: Ricetta Qubì. Promosso dalla Fondazione Cariplo nel 2017 con la collaborazione di Intesa Sanpaolo e di altre imprese, Ricetta Qubì, spesso conosciuto con l’abbreviazione Qubì, si occupa del finanziamento e degli aiuti alle famiglie più povere, con ben 415 organizzazioni locali distribuite in 25 quartieri che, a loro volta, investono lavoro, impegno e dedizione.

Nel 2020 le persone aiutate erano 25 mile, oggi sono raddoppiate a 50 mila. Con le scuole chiuse, la mensa scolastica ha smesso di essere un’importante risorsa per tutti quei genitori in situazioni di difficoltà che vi facevano affidamento per il sostentamento alimentare dei propri bambini. Così, il presidente a capo del progetto si è visto costretto ad incrementare gli aiuti e i sussidi, per fronteggiare il peggioramento della situazione e le difficoltà cui la pandemia ha costretto le classi meno abbienti.

Fosti ci tiene a precisare che il progetto non si occupa solo ed esclusivamente di beneficenza: lo scopo finale che il piano si prefissa di perseguire è quello di mettere in atto un modello moderno di sostegno. Tale modello necessita di essere nuovamente finanziato per altri due anni con 3 milioni e 450 mila euro.

Il presidente, inoltre, sostiene che l’aiuto da fornire alle famiglie debba essere evolutivo e non riparativo. Bisogna aiutare le famiglie ad andare avanti e a lasciarsi la povertà alle spalle, non solo a limitare i danni, aiutandoli a trovare delle soluzioni che risolvano la situazione della povertà milanese.

Anche se il problema è ancora lontano dalla soluzione, l’associazione, con l’impegno del suo risoluto e intraprendente presidente, si avvicina pian piano a raggiungere il suo obiettivo.

- Pubblicità -

I PIU' LETTI

Milano, divieto in Area B anche agli Euro5: è polemica

News Milano – Dal 1° ottobre 2022 gli Euro 5 non potranno più accedere all'Area B. I veicoli già coinvolti nelle restrizioni in Area...

Intervento urgente per il tram della Comasina: è da salvare

News Milano – In merito alla scottante vicenda della chiusura del Frecciarancio, è interessante l'iniziativa intrapresa da Arianna Censi e Mauro Anzani, portavoci dell'Unione...

Milano-Bergamo: 0-1 – analisi della vivibilità

News Milano – I chilometri che dividono Milano da Bergamo sono circa 50, eppure le differenze tra le due città, dal punto di vista...

I nuovi poveri di Milano

News Milano – Nella periferia est della città di Milano l’Associazione Pane Quotidiano mette a disposizione pacchi alimentari per i più bisognosi. La situazione...