Home Ambiente Eco compattatore in metro: buoni sconto in cambio di bottiglie di plastica

Eco compattatore in metro: buoni sconto in cambio di bottiglie di plastica

News Milano – Arriva nella metropolitana l’eco compattatore per riciclare le bottiglie di plastica, un modo per aiutare l’ambiente e allo stesso tempo per guadagnare alcuni buoni sconto interessanti.

Milano in prima linea per la difesa dell’ambiente

Inquinare meno è ormai un’azione che sta coinvolgendo la maggior parte delle persone e delle aziende: se è vero che alcune iniziative a livello mondiale stanno portando ottimi risultati in direzione di un mondo pulito e sostenibile è altrettanto vero che per raggiungere tale obiettivo è fondamentale cambiare piccoli comportamenti quotidiani.

Uno di questi è indubbiamente lo smaltimento delle bottiglie di plastica, che normalmente si trasportano o si acquistano presso le stazioni dei mezzi pubblici. Proprio seguendo questo comportamento ci si è resi conto di quanto spesso sui mezzi di trasporto, specialmente quelli affollati come le metropolitane, vi sia l’abbandono di una grande quantità di rifiuti inquinanti composti da plastiche e materiali di difficile smaltimento.

ATM e eco compattatore: un modo concreto per sensibilizzare i cittadini

Come incentivare le persone a cambiare questo atteggiamento dannoso? Le aziende Atm e Coripet hanno pensato bene di installare un eco compattatore sulla linea metropolitana verde, più nel dettaglio nella stazione di Cascina Gobba, attraverso cui, una volta gettate le bottiglie di plastica usate, si potranno creare bottiglie completamente nuove.
Un altro compattatore è stato, inoltre, installato nella sede Atm di viale Monterosa, un’ulteriore segno del sodalizio ambientale instaurato tra le due aziende.

Il funzionamento di questi eco compattatori automatici è molto semplice: una volta introdotta la bottiglia, essa viene ripulita e ridotta drasticamente di volume, per poi essere trasportata con maggiore facilità. La pulizia del rifiuto è talmente efficace da rendere il PET riutilizzabile praticamente nell’immediato, permettendo un riciclo rapido e a bassissimo impatto ambientale.
Questa è solo una delle molte iniziative che l’azienda Atm sta promuovendo per rinnovare la propria struttura, al fine di giungere all’utilizzo unicamente di energie rinnovabili e sostenibili per alimentare la propria flotta di trasporti pubblici.
Recentemente, difatti, Atm ha iniziato a rinnovare i propri bus al fine di ridurre drasticamente le emissioni.

eco-compattatore-metro

Getta la bottiglia nell’eco compattatore e Coripet ti premia

Coripet ha sviluppato una promozione speciale in grado di incentivare ulteriormente il riciclaggio delle bottiglie di plastica all’interno del compattatore: ogni volta, difatti, che si smaltiranno rifiuti integri, non schiacciati e con tappo avvitato basterà farsi riconoscere, mediante apposita applicazione smartphone, dall’ eco compattatore per accedere a interessanti vantaggi. Una volta riconosciuta la persona lo smaltimento comporterà, infatti, l’accumulo di punti, che a sua volta garantiranno l’accesso a speciali buoni sconto da utilizzare all’interno di aziende appartenenti al circuito Coripet (come Libraccio, Martha’s Cottage, iMask ecc.). Per accedere a questi speciali coupon bisognerà raggiungere almeno la soglia di 100 punti.

Primi passi verso un’Europa più green

L’installazione dell’eco compattatore è solo il primo passo di una politica mirata ad un obbiettivo ben preciso, ovvero quello di incrementare notevolmente il riciclo di PET, come voluto dalle direttive europee. Tali normative, difatti, sanciscono che entro il 2025 le bottiglie in PET potranno essere distribuite unicamente a condizione che esse siano composte da materiale riciclato almeno per il 25%.
La normativa europea in materia di utilizzo del PET ha sancito altri importanti obbiettivi da raggiungere, tra cui:

  • Modifica dei costi del produttore, che dovranno essere estesi anche per quanto concerne le campagne di sensibilizzazione dei consumatori, la raccolta, la rimozione e il trasporto dei rifiuti plastici conferiti nei luoghi pubblici;
  • Nuove etichettature in grado di fornire al consumatore indicazioni più precise riguardo la fine vita del prodotto e l’impatto potenziale che potrebbe avere sull’ambiente;
  • La messa al bando di numerosi prodotti plastici monouso dal mercato UE (tra cui stoviglie, bastoncini cotonati, contenitori per alimenti ecc.).

Appare chiaro quindi che, in un lasso temporale relativamente breve, giusto di qualche anno, cittadini e aziende dovranno mobilitarsi e adoperarsi a cambiare alcuni comportamenti, col fine di garantire un futuro più sostenibile e pulito.
Il test dell’ eco compattatore sulla linea metropolitana milanese è già iniziato da qualche giorno, non resta che augurarsi il successo e lo sviluppo di ulteriori iniziative simili

 

- Pubblicità -

I PIU' LETTI

Approvato il bilancio 22-24 del comune di Milano: dove andranno i fondi?

Milano Notizie – Il bilancio di previsione economica riguardante il triennio compreso tra il 2022 e il 2024 è stato approvato dal Consiglio del...

Cambia il verde di Piazza Duomo: addio alle palme?

Milano Notizie – Ci si avvicina alla scadenza del bando indetto nel 2017 per la progettazione e gestione del verde pubblico in Piazza Duomo...

Concorso pubblico per infermieri al Policlinico di Milano: accesso e bando

Milano Notizie - La fondazione IRCCS Ca' in Lombardia ha indetto un concorso per l'assunzione di 5 collaboratori professionali sanitari in Lombardia. I vincitori potranno...

Guida alle principali piscine di Milano

Milano Notizie - Milano è famosa per tante cose: cibo, economia, moda, intrattenimento. Ma in questo periodo dell'anno le piscine acquisiscono una crescente popolarità...