Home Cronaca BELIKED verso la Social Media Compliance

BELIKED verso la Social Media Compliance

Le aziende di tutti i settori si affidano ai social media per connettersi con il proprio pubblico, compresi i marchi in settori altamente regolamentati come i settori finanziario, governativo e sanitario. Ma per questi marchi la posta in gioco per l’utilizzo dei social è particolarmente alta, poiché devono affrontare notevoli rischi legali e normativi. Il mancato rispetto degli obblighi di conformità dei social media potrebbe comportare gravi contraccolpi, come la rovina della reputazione, multe salate e azioni legali. In definitiva, la ricompensa dell’utilizzo dei social è maggiore del rischio: deve solo essere gestita in modo appropriato.

Per stare al passo con le potenziali insidie, Beliked offre al mercato tattiche di comunicazione strategica per aderire alle linee guida e alle leggi specifiche del settore. La Media Company friulana tiene conto degli organismi di regolamentazione e delle leggi nelle strategie che crea per i suoi partner all’interno dei social media; inoltre propone considerazioni utili a rimanere al sicuro insieme a una serie di strumenti che possono aiutare ad alleviare il rischio.

La conformità dei social media è un processo continuo, seguire le regole e le leggi stabilite dagli organismi di regolamentazione, dalle piattaforme e dalla tipologia d’azienda è sinonimo di professionalità e qualità nei confronti di un mercato oramai digitale. Attualmente nessuno si occupa di conformità social in Italia ed è per questo motivo che Marco Valentinsig ha deciso di esportare un modello americano oramai diffuso per poi applicarlo alle realtà imprenditoriali italiane.

Secondo un sondaggio del primo trimestre 2023, l’87% dei Millennial si sente più connesso ai marchi quando vede i dipendenti condividere informazioni online. Purtroppo la maggior parte dei player nel nostro paese ignora la parte di Employer Branding e di conseguenza non è compliance su diverse piattaforme, le quali, se corrette, potrebbero garantire stabilità e sostegno all’intera comunicazione del brand online. Ogni dipendente è un potenziale ambassador e come tale ha una capacità comunicativa che va ben oltre alla sua friendbase, pertanto amministrare il comportamento digitale dell’organico interno può rivelarsi utile non solo per tutelare il brand ma soprattutto per farlo performare online.

- Pubblicità -

I PIU' LETTI

Miopia, ipermetropia ed astigmatismo: come guarire definitivamente

Miopia, ipermetropia e astigmatismo sono i tre difetti refrattivi più comuni al mondo: si stima che circa il 30% della popolazione soffra di problemi...

L’eccellenza del parquet a Milano

In cerca di un'azienda specializzata nel parquet milano? Kaossparquet.it rappresenta la soluzione ideale per chiunque sia alla ricerca di eccellenza nel settore. Con materie...

Quando il content marketing lo si fa prima per se stessi: Zero Contenuti lancia l’ebook “Content e Psiche, un viaggio nella mente dei consumatori”

Nel vasto panorama del Content Marketing, c'è un'idea che spicca tra le altre: creare contenuti che vanno al di là della semplice promozione di...

Serie A, Inter-Atalanta: la squadra di Inzaghi ospita quella di Gasperini

La Dea fa visita ai nerazzurri a San Siro la sera di mercoledì 28 febbraio, gara valida per il recupero della 21^ giornata di...