Home Cronaca Affitti brevi: gli adempimenti burocratici da tenere in conto

Affitti brevi: gli adempimenti burocratici da tenere in conto

In questi ultimi anni abbiamo visto un boom degli affitti brevi, una tipologia di affitto di un immobile residenziale per un periodo non superiore a 30 giorni che prevede un contratto semplice e flessibile, per il quale non c’è obbligo di registrazione.

Nonostante possa sembrare semplice gestire questo business, in realtà dovrai fare attenzione ai passaggi relativi alla gestione degli affitti in forma imprenditoriale, dalla gestione degli ospiti a tutti gli adempimenti burocratici e amministrativi necessari.

La normativa sugli affitti brevi è stata innovata con una legge specifica nel 2017 e interessa sia i proprietari che affittano la loro casa, occupandosene personalmente, sia chi si rivolge ad agenzie e portali online. 

Ma, cosa prevede la legge rispetto agli adempimenti burocratici da tenere in conto per gli affitti brevi? Ecco gli step in ordine cronologico prima di iniziare l’attività di locazione occasionale.

  1. Comunicazione locazione occasionale a fini ricettivi

(L.R. n. 16/2017, Art. 21 bis) – è obbligatoria la comunicazione al Comune di riferimento per l’avvio di attività turistica. Questa comunicazione ha l’obiettivo di segnalare al Comune (o ai Comuni, nel caso le attività fossero in zone differenti) tutti i dati relativi agli immobili per i quali si svolge l’attività di gestione della casa vacanze con l’indicazione del periodo di disponibilità dell’immobile;

  1. Richiesta alla Regione delle credenziali ROSS1000 e dell’identificativo numerico unico (IUN) – già previsto dalla L.R.16/2017 per le strutture ricettive extra alberghiere, è stato assegnato anche agli alloggi privati;
  2. Richiesta credenziali del portale Alloggiati Web – si tratta dell’obbligo di comunicazione all’autorità di polizia di tutte le informazioni relative alle persone alloggiate, cioè degli ospiti;
  3. Richiesta credenziali per la Tassa di soggiorno – in determinate località, è prevista la riscossione dell’imposta di soggiorno. Il regolamento cambia di Comune in Comune.

Affittare casa vacanze senza rischi: affidati a dei professionisti

Abbiamo visto come affittare una seconda casa comporti diversi aspetti da tenere in considerazione prima di iniziare. Vorresti anche tu affittare la tua seconda casa o la tua casa vacanze, ma temi gli adempimenti burocratici oppure non hai tempo per gestire questa attività? Puoi affidarti a Sardinia Host Service, società specializzata nella gestione di immobili di pregio nel settore extra-alberghiero che si occupa di tutti gli adempimenti burocratici e amministrativi per avviare il tuo business, e non solo.  Sardinia Host Service si occupa di tutto il processo: dall’home staging, alla gestione dei calendari delle tariffe e delle richieste di prenotazione, dall’accoglienza alla registrazione degli ospiti e alla pulizia dell’immobile ogni check out.

- Pubblicità -

I PIU' LETTI

Miopia, ipermetropia ed astigmatismo: come guarire definitivamente

Miopia, ipermetropia e astigmatismo sono i tre difetti refrattivi più comuni al mondo: si stima che circa il 30% della popolazione soffra di problemi...

L’eccellenza del parquet a Milano

In cerca di un'azienda specializzata nel parquet milano? Kaossparquet.it rappresenta la soluzione ideale per chiunque sia alla ricerca di eccellenza nel settore. Con materie...

Quando il content marketing lo si fa prima per se stessi: Zero Contenuti lancia l’ebook “Content e Psiche, un viaggio nella mente dei consumatori”

Nel vasto panorama del Content Marketing, c'è un'idea che spicca tra le altre: creare contenuti che vanno al di là della semplice promozione di...

Serie A, Inter-Atalanta: la squadra di Inzaghi ospita quella di Gasperini

La Dea fa visita ai nerazzurri a San Siro la sera di mercoledì 28 febbraio, gara valida per il recupero della 21^ giornata di...